Skip to content
Promo Codes | EARLYBIRD to save 20% off upto $20 for being early for halloween! Offers valid until July 31st | Free Shipping on All Orders!
Promo Codes | SAVE3 to save $3 off $30 | SAVE5 to save $5 off $50 | SAVE10 to save $10 off $100 | Free Shipping on All Orders!
Top 20 ex mascotte olimpiche

Top 20 ex mascotte olimpiche

Top 20 ex mascotte olimpiche

Le mascotte sono un'incarnazione dello spirito delle Olimpiadi e il loro ruolo principale è l'accoglienza di atleti, fan e visitatori dei giochi delle Olimpiadi. Le mascotte hanno diffuso la gioia delle Olimpiadi che è evidenziata in ogni edizione delle Olimpiadi e promuove anche la storia e la cultura della rispettiva città ospitante. Offre anche all'evento un umore festivo e di carnevale che è molto necessario per gli atleti e i fan. Nel corso degli anni, abbiamo visto varie mascotte utilizzate nei giochi delle Olimpiadi sia estive che invernali. Queste mascotte sono accuratamente curate e selezionate in modo che possano essere il rappresentante ufficiale dell'edizione olimpica che si svolge. Di seguito, esploriamo alcune delle mascotte passate che sono state utilizzate in precedenza nelle Olimpiadi passate.


Shuss delle Olimpiadi invernali del 1968

Questa mascotte consisteva in un piccolo uomo sugli sci. La forma del generale mascotte presentava un personaggio dei cartoni animati per bambini che indossava gli sci e gli anelli delle Olimpiadi in testa. I suoi colori erano bianchi, blu e rossi per rappresentare la città di Grenoble, in Francia, dove si tenevano le Olimpiadi.


Waldi delle Olimpiadi estive del 1972

Waldi è pubblicizzato come la prima mascotte ufficiale di sempre nei Giochi estivi delle Olimpiadi. Waldi era una razza popolare di cani chiamato Dachshund, che è abbastanza popolare in Germania in cui si teneva l'evento. Il design è stato ispirato dagli attributi fondamentali detenuti dagli atleti; tenacia, agilità e resistenza. Consisteva in colori blu, giallo, verde e arancione


Amik delle Olimpiadi estive del 1976

Amik era la mascotte ufficiale delle Olimpiadi estive del 1976. Il nome della mascotte Amik significa Beaver in Algonquin, che è una lingua madre tra gli indigeni che vivono in Canada. La mascotte consisteva in una colorata striscia arcobale


Misha delle Olimpiadi estive del 1980

Misha che era anche conosciuta come Mishka era una mascotte dell'orso russa utilizzata alle Olimpiadi estive del 1980. Questa mascotte è stata molto popolare in Russia ed è apparsa su diversi prodotti di merce e ha caratterizzato in primo piano durante la cerimonia di apertura e la cerimonia di chiusura. Aveva anche un suo breve film d'animazione e ha continuato a comparire anche ai Mondiali FIFA.


Sam delle Olimpiadi estive del 1984

Sam The Olympic Eagle era la mascotte ufficiale delle Olimpiadi delle Olimpiadi estive del 1984 tenutasi a Los Angeles, negli Stati Uniti. Sam era un'aquila calva, l'uccello nazionale degli Stati Uniti d'America, la nazione ospitante. Ha condiviso da vicino le caratteristiche e le caratteristiche con lo zio Sam, un altro simbolo americano. Era anche confuso con Eagle Sam, un'altra mascotte Disney.


Hidy and Howdy delle Olimpiadi invernali del 1988

Hidy e Howdy erano due orsi polari che furono le prime mascotte di coppia olimpica. Erano le mascotte ufficiali per le Olimpiadi invernali del 1988 tenute a Calgary, in Canada. Sono stati anche usati come segni di benvenuto situati in tutta la città di Calgary prima di ritirarsi al Canada Olympic Park.


Magique delle Olimpiadi invernali del 1992

Magique (magia in francese) era un po 'imponente a forma di stella e un cubo ed era la mascotte ufficiale delle Olimpiadi invernali del 1992 che si tengono ad Albertville, in Francia. I suoi colori sono stati presi in prestito dalla bandiera francese con un cappello rosso e un costume blu. La sua forma a stella simboleggiava i sogni e l'immaginazione. Fu anche la prima mascotte non animale usata alle Olimpiadi dalle Olimpiadi invernali del 1976.


Izzy delle Olimpiadi estive del 1996

Izzy è stata la mascotte ufficiale delle Olimpiadi estive del 1996 che si sono tenute ad Atlanta, in Georgia, negli Stati Uniti. Inizialmente era noto come WhatIzit alle Olimpiadi estive del 1992 a Barcellona, ​​in Spagna. Il personaggio animato non rappresentava alcun animale o persona significativo a livello nazionale (una partenza dalla tradizione delle Olimpiadi) ed è stato criticato come poco brillante e gravemente privo di creatività. Izzy è stato presentato in un videogioco prima di essere ritirato in modo permanente.


Sukki, Nokki, Lekki e Tsukki delle Olimpiadi invernali del 1998

Sukki, Nokki, Lekki e Tsukki noti anche come Snowlets erano le mascotte ufficiali delle Olimpiadi invernali del 1998. L'evento si è svolto a Nagano, in Giappone. Rappresentavano collettivamente diversi elementi: Sukki (Fire), Nokki (Air), Lekki (Earth), Tsukki (Acqua) e insieme rappresentavano le quattro principali isole del Giappone. Le quattro mascotte sono state selezionate perché erano gufi innevati e i gufi sono venerati per la loro saggezza. La parte nevosa rappresentava l'aspetto invernale della competizione e il loro numero rappresentava gli anni necessari per formare un'olimpiade.


Syd, Olly e Millie delle Olimpiadi estive del 2000

Syd, Olly e Millie erano le mascotte ufficiali per le Olimpiadi estive del 2000 tenutosi a Sydney, in Australia. Sono stati nominati da Phillip Sheldon e rappresentavano aria, suolo e acqua. Le mascotte sono state progettate da Matthew Hattan e Jozef Szekers e rappresentavano l'energia e l'attività dell'Australia e della sua gente.


Polvere, carbone e rame delle Olimpiadi invernali del 2002

Powder, rame e carbone erano le mascotte ufficiali per le Olimpiadi invernali del 2002 che si tengono nello Utah, negli Stati Uniti. Le mascotte erano animali indigeni dell'area degli Stati Uniti occidentali e prendevano il nome dalle risorse naturali importanti per l'economia dello Utah, la città ospitante. Tutti i personaggi erano presenti in primo piano negli indiani americani folktali e indossavano amuleti intorno al collo per ricordare loro l'eredità. Hanno significato collettivamente più veloce, più in alto e più forte.


Phevos e Athena delle Olimpiadi estive del 2004

Phevos e Athena sono stati uno dei pochi esempi di mascotte antropomorfe usate alle Olimpiadi. Erano le mascotte ufficiali per le Olimpiadi estive del 2004 tenute ad Atene, in Grecia. La loro creazione è stata ispirata dalle antiche bambole greche e i loro nomi sono interconnessi nell'antica Grecia. Hanno rappresentato un legame tra la storia greca e i moderni giochi delle Olimpiadi. Hanno rappresentato la partecipazione, la fratellanza, l'uguaglianza, la cooperazione, il fair play e il valore greco eterno della scala umana secondo gli organizzatori.


Neve e Gliz delle Olimpiadi invernali del 2006

Neve e Igz sono stati creati da Pedro Albuquerque ed sono state le mascotte ufficiali per le Olimpiadi invernali del 2006 tenute a Torino, in Italia. Neve significa che la neve in italiano e Gilz è una breve forma di ghiaccio in italiano ed entrambi rappresentavano le caratteristiche delle Olimpiadi bianche. Neve era una palla di neve umanizzata e indossava rosso per significare morbidezza, amicizia ed eleganza mentre Gilz era una palla di neve maschile umanizzata che indossava blu per rappresentare gioia ed entusiasmo.


Beibei, Jingjing, Huanhuan, Yingying, Nini delle Olimpiadi estive del 2008

Queste mascotte erano conosciute come Fuwa, che si traduce in Luck Dolls. Erano le mascotte ufficiali per le Olimpiadi estive del 2008 tenute a Pechino, in Cina. Sono stati progettati da Han Meilin, un famoso artista cinese. I cinque Fuwa erano: Beibei, Jingjing, Huanhuan, Yingying e Nini. Insieme, i loro nomi formavano una frase che, quando tradotto, significava "Pechino ti dà il benvenuto". Erano anche conosciuti come amichevoli.


Quatchi e Miga delle Olimpiadi invernali del 2010

Miga e Quatchi sono state le mascotte ufficiali delle Olimpiadi invernali del 2010 che si sono tenute a Vancouver, British Columbia, Canada. Le mascotte erano basate sulla fauna selvatica locale e su altre creature mitiche e leggendarie esistenti a Vancouver. Miga era femmina e Quatchi era maschio. Le mascotte sono state inizialmente criticate come poco brillante e prive di capacità di mostrare adeguatamente la Columbia Britannica.


Wenlock delle Olimpiadi estive 2012

Wenlock è stato il funzionario delle Olimpiadi estive del 2012 tenutasi a Londra, in Inghilterra, nel Regno Unito. Ha tratto ispirazione da Munch Wenlock ed è stato progettato da Iris, una rinomata agenzia creativa con sede a Londra. La mascotte ha ricevuto diverse recensioni con alcune che la criticano come orribili, mentre altri lo lodano come mascotte dell'era digitale. Ha fatto alcune apparizioni nelle scuole ed eventi della comunità prima di ritirarsi per sempre.


Vinicius delle Olimpiadi estive 2016

Vinicius è stata la mascotte ufficiale delle Olimpiadi estive del 2016 tenutasi a Rio de Janeiro, in Brasile. È stato creato dalla società di animazione Birdo che ha sede a San Paolo. Vinicius rappresentava un'ampia varietà di fauna selvatica brasiliana che includeva gatti, scimmie e uccelli combinati insieme. La mascotte prese il nome dal paroliere brasiliano Vinicius de Moraes. La mascotte è apparsa in varie animazioni prima di essere ritirata in quanto è usanza del CIO.


Soohorang delle Olimpiadi invernali 2018

Soohorang era una tigre bianca che agiva come Olimpiadi invernali ufficiali del 2018 tenutosi a Pyeongchang, Gangwon, Corea del Sud. Sooho significa protezione in lingua coreana, mentre Rang deriva da Ho-Rang-I che significa tigre in coreano. Le tigri sono adorate e rispettate nel folklore e nella cultura coreana. Si pensa che Baekho o la tigre bianca sia un animale spirituale che osserva le montagne e la natura da qui l'ispirazione. In conclusione, Soohorang significava piena di passione ed entusiasmo, lo spirito olimpico.


Miraitowa delle Olimpiadi estive del 2020

Miraitowa era la mascotte ufficiale per le Olimpiadi estive del 2020 tenutasi a Tokyo, in Giappone. Gli eventi si sono svolti nel 2021 invece del 2020 a causa di interruzioni causate da Covid-19. Il design a scacchi è stato ispirato dal modello Ichimatsu Moyo. La mascotte è stata creata dall'artista giapponese Ryo Taniguchi. Mirai significa futuro in giapponese e towa significa eternità. La mascotte doveva incarnare sia le vecchie che le nuove innovazioni. Il suo nome è stato scelto per ispirare la speranza eterna nei cuori delle persone in tutto il mondo.


Bing Dwen Dwen delle Olimpiadi invernali del 2022

Bing Dwen Dwen è stata la mascotte ufficiale delle Olimpiadi invernali del 2022 recentemente conclusa a Pechino, in Cina. Il suo nome probabilmente significava ghiaccio. Bing Dwen Dwen è un panda gigante con un abito di ghiaccio, un cuore d'oro e un amore per gli sport invernali. Bing significa ghiaccio e incarna purezza e forza, una delle principali caratteristiche delle Olimpiadi invernali. Dwen Dwen significa salute, vivacità e carineria. È stato progettato da Cao Xue, capo designer della Guangzhou Academy of Fine Arts.

Previous article 20 najlepszych maskotek olimpijskich
Next article Top 20 ehemalige Olympische Olympische Maskottchen

Leave a comment

* Required fields