Skip to content
10 mascotte da hockey che non conoscevi

10 mascotte da hockey che non conoscevi

10 mascotte da hockey che non conoscevi

Le mascotte sono state un elemento essenziale della cultura sportiva nel secolo scorso così come nei tempi attuali. Fanno una bella risata durante gli eventi, calmando un'atmosfera altrimenti tesa ed esaltando gli spettatori che vengono a tifare i loro atleti e giocatori. Sono una via di gioia, risate ed euforia e svolgono perfettamente il loro lavoro.



Dal momento che sono fondamentalmente umani con personalità, diverse mascotte si comportano in modo diverso e hanno la capacità di influenzare la reputazione dei loro franchise e dei giochi particolari che si svolgono. Rappresentano anche una vasta gamma di emozioni, animali, oggetti inanimati e concetti futuristici. La logica alla base di ciò è radunare le persone che partecipano a quei giochi particolari per essere in contatto con gli eventi del gioco dando loro qualcosa di riconoscibile per tifare loro quando tutto va bene e consolarli se la loro squadra del cuore viene sconfitta.



Aline Lafargue, una designer, ha creato la prima mascotte documentata nel 1968 per le Olimpiadi invernali in Francia. Da allora le mascotte sono state impiegate in numerosi sport per fornire un "umore festivo" e allegria durante gli eventi sportivi. In effetti, nessun gioco moderno può essere completo senza una mascotte. Le organizzazioni sportive sono state quelle che hanno pensato di introdurre le mascotte nei loro eventi per scopi di intrattenimento ed eccitazione per gli spettatori.



Non è raro vedere grandi Teletubbies pelosi che camminano per eventi sportivi, in particolare eventi sul campo e di corte. È solo una vista normale. La maggior parte di loro sono individui singoli ma a volte possono essere più di due e quindi operare come un gruppo. Inoltre, la maggior parte delle mascotte sono originarie e autoctone dei paesi ospitanti che tengono quel particolare evento in quell'anno particolare per celebrare e apprezzare la loro cultura.



La maggior parte delle squadre NHL ora ha mascotte ufficiali della squadra che abbelliscono i giochi e rappresentano i franchise e le comunità che li circondano. Le uniche squadre senza mascotte ufficiali sono i New York Rangers (che non ne hanno mai avuto una) e i Seattle Kraken (che sono nuovi nel campionato).



Spartacat, Carlton the Bear e Gritty sono tra le mascotte dell'hockey più famose, ma ci sono una miriade di altre mascotte divertenti di cui potresti non aver sentito parlare.



Anche le mascotte possono essere utilizzate anche come strada pubblicitaria per quei giochi particolari. Dal momento che sono facilmente riconoscibili, agiscono come una forma di marchio aziendale e vendita soft dell'evento al pubblico. Possono anche fungere da ambasciatori del marchio in aree in cui la pubblicità è vietata poiché possono facilmente partecipare, in questo modo promuovono l'evento mentre svolgono il loro lavoro di intrattenere la folla.



Ecco dieci mascotte di hockey che abbiamo compilato per te, probabilmente non sapevi esistessero a causa della loro rarità.


Opportunità

Chance, la mascotte ufficiale dei Vegas Golden Knights, potrebbe essere meno popolare di altre mascotte della lega, essendo stata svelata il 13 ottobre 2017. Quindi è in circolazione da poco. Il caso potrebbe essere scambiato per un geco o un dinosauro, ma in realtà è un mostro di Gila (pronunciato HEE-la)



Una cosa interessante dei mostri di Gila è che si muovono lentamente ma costantemente e sibilano più di quanto mordano. Sii cortese se ne incontri uno in natura o ai giochi. Potrebbero non essere così popolari, quindi è sempre consigliabile mantenere una distanza di sicurezza da loro.



Con meno di 5 stagioni alle spalle, potrebbe non essere così popolare, ma sicuramente lo sarebbe tra qualche altra stagione. Pertanto è una delle mascotte meno popolari là fuori.


Iceburg

Questa è la mascotte ufficiale dei Pittsburgh Penguins della National Hockey League. È apparso originariamente nel 1992 ma da allora è rimasto nascosto. Non è così visivo in pubblico, quindi è molto probabilmente meno conosciuto.



Iceburgh, come puoi immaginare, ha la forma di un pinguino e può essere affittato per eventi a una tariffa di $ 250/ora quando non è in sessione. Nei giorni in cui i Pinguini giocano, ovviamente, non è disponibile.


Badabum

Questa era la mascotte ufficiale dei Quebec Nordiques. Da allora la mascotte si è ritirata ed è nota solo ai fan più anziani del gioco. I nati prima degli anni '90 potrebbero non aver mai sentito questo nome prima perché Badaboum si ritirò ufficialmente nel 1995 quando i Quebec Nordiques si trasferirono in Colorado.



Sembrava una creatura blu sfocata che assomigliava a una foca ed era la mascotte ufficiale permanente dei Quebec Nordiques fino a quando non si trasferirono a Denver.


Boomer il cannone

Boomer the Cannon è una mascotte relativamente dimenticata, avendo servito come mascotte secondaria delle Columbus Blue Jackets dopo la mascotte principale, Stinger.



Alla gente non piaceva la mascotte, che aveva un design fallico ispirato al cannone che sparava ogni volta che la squadra di casa segnava un gol. Nonostante sia in circolazione dal 2010, ha mantenuto un basso profilo ed è stato recentemente ritirato dal suo team. Nonostante non sia stato ben accolto dai fan, ha continuato a svolgere bene i suoi doveri fino al suo ritiro.

Urlatore lo Yeti

Howler the Yeti, come suggerisce il nome, era una mascotte travestita da Yeti. È stata la prima mascotte ufficiale dei Colorado Avalanches, ma da allora si è ritirato e la nuova mascotte, Bernie, ha preso il suo posto. La squadra non ha fatto particolarmente bene dal ritiro di Howler. Alcuni sostenitori credono che Howler fosse il portafortuna e che uccidendolo, abbiano maledetto la squadra per sempre.



Gira voce che Bernie sia zoppo, ma Howler era puro metallo sul ghiaccio. Yeti è ancora un po' oscuro tra i fan occasionali, motivo per cui fa la lista. Le sue mosse distintive durante le partite sono tutte mancate ai suoi cari fan.


Kingston

Questo leopardo delle nevi è stata la prima mascotte ufficiale dei Los Angeles Kings. Si ritirò dopo la stagione 1994 per far posto alla prossima mascotte, Bailey. I fan più anziani potrebbero ricordare Kingston, ma i millennial non hanno assolutamente idea di chi sia. Pertanto si inserisce bene in questa lista.


Pete il Pinguino

Questa mascotte del pinguino era la mascotte ufficiale dei Pittsburgh Penguins, ma non per molto. Fece la sua prima apparizione sul ghiaccio nel febbraio 1968 ma morì di polmonite appena un anno dopo, il 23 novembre 1968.



Questa è stata una storia straziante che pochi fan vorrebbero ricordare. Fortunatamente, la generazione attuale non ha familiarità con Pete il Pinguino. Un secondo pinguino è stato dato alla squadra che li ha aiutati a navigare nella prossima stagione.


Pucky la balena

Questa è l'ex mascotte ufficiale della balena del Connecticut. La mascotte è stata svelata nel 2010 ma ha avuto un periodo piuttosto breve che si è concluso nel 2013. La mascotte era una balena beluga verde bipede con l'emblema delle balene sulla maglietta. È stato abbandonato quando la squadra è tornata all'identità dell'Hartford Wolf Pack, il che lo ha reso inutile.



Sfortunatamente, i tre anni non sono stati sufficienti per imprimere Pucky nella mente della maggior parte dei fan e quindi è rimasto in gran parte sconosciuto. La squadra femminile ha utilizzato una sua versione sui loghi della maglia per un po' prima che fosse completamente ritirato.


Schiaffo

Questa è stata la mascotte dei Philadelphia Flyers dal 1976 al 1977, anche se il suo mandato è stato breve. Era l'unica mascotte conosciuta della squadra fino a quando non fu introdotta un'altra mascotte conosciuta come Gritty. Oggi, Washington Capitals utilizza una mascotte con lo stesso nome che non deve essere confusa con la mascotte originale. Anche l'ex mascotte dei New Jersey Devils aveva lo stesso nome prima dell'introduzione di NJDevil nel 1993.



È passato più di mezzo secolo e sono sicuro che non molte persone ricordano Slapshot.


Trash

Dal 1999 al 2011, questo Georgia Brown Thrasher alto 6'3 è stato la mascotte ufficiale degli Atlanta Thrashers. È molto tempo nei campi, ma dopo un decennio la gente è destinata a dimenticare. È una delle mascotte più cospicue a questo punto.



Previous article 10 هالوين عصبي

Leave a comment

* Required fields